Caricamento...

Coldiretti Vicenza: crostoli e frittelle sfiorano i 30 euro al chilo. I vicentini preferiscono farli in casa

Siamo al rush finale per il Carnevale. Ed in molte case, complice l'elevato prezzo di vendita dei prodotti, è tutto pronto per scatenare una vera e propria competizione tra chi riesce a produrre più crostoli, frittelle e castagnole. Si stima che nel Vicentino saranno poco meno di 200 mila i kg di crostoli e frittelle che verranno prodotti e che si concentreranno soprattutto in vista degli ultimi giorni di Carnevale. "Farli in casa costa indubbiamente meno - commentano il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola ed il direttore Roberto Palù - ma soprattutto è un piacere poter lavorare in famiglia per fare festa. E con questo spirito, attorno al tavolo della cucina si ritrovano nonni e nipoti, che innescano una sorta di sana competizione, in cui si trasmette un saper fare ed il valore delle tradizioni".

Continua a leggere

Coldiretti Vicenza: precipitazioni ai minimi storici nel Vicentino, smog fuori da ogni limite

ArticleImage È allarme smog nelle città e siccità nelle campagne del Vicentino, dov'è caduto oltre il 90 per cento in meno di precipitazioni rispetto allo scorso anno. Un'evidente anomalia climatica percepibile anche dalle alte temperature, con le massime che nel nostro territorio sono almeno 1,5 gradi superiori alla media, mentre il differenziale sale addirittura a 2,7 gradi per quelle minime, in rapporto allo stesso periodo dello scorso anno. "Se nelle città la mancanza di pioggia ha causato l'innalzamento dei livelli di inquinamento, nelle campagne - spiegano il presidente provinciale di Coldiretti Vicenza, Martino Cerantola ed il direttore Roberto Palù - è la siccità a preoccupare, per la mancanza di acqua necessaria alle piante per la stagione irrigua. Una situazione aggravata dal fatto che nel Vicentino particolarmente secchi rispetto alla media sono stati anche il mese di dicembre con il 79% di precipitazioni in meno e quello di gennaio con un -57%, solo in parte mitigati dall'andamento dei giorni scorsi".

Continua a leggere

TuteliAMO la Valle dell'Astico: NO all'A31 in una manifestazione a Cogollo del Cengio di "Salviamo la Val d'Astico"

ArticleImage Stamane una cinquantina di persone si sono ritrovate nel territorio di Cogollo del Cengio, dove le trivelle da giorni stanno facendo i carotaggi, per manifestare la propria contrarietà alla possibile costruzione della Valdastico Nord. Erano presenti cittadine e cittadini dei paesi e delle valli limitrofe (uno della Val d' Astico!) e dei paesi circondariali, nonchè di Vicenza e oltre ed anche qualche amministratore locale. La battaglia sostenuta da chi crede fermamente nella tutela e nell' importanza di mantenere integra questa vallata è una battaglia trasversale che oltrepassa saggiamente i confini della propria appartenenza partitica e dei propri paesi per concentrarsi unicamente sull' obiettivo: tali espressioni e manifestazioni sono ben raccolte e convogliate dal Comitato recentemente sorto "Salviamo la Val d'Astico".

Continua a leggere

Consorzio Alta Pianura Veneta: importante lavoro di messa in sicurezza dello scolo Fossiello a Lonigo

ArticleImage Sono state recentemente portate a termine le attività di manutenzione ordinaria allo scolo Fossiello a Lonigo. Il corso d'acqua, infatti, era stato oggetto di frane in più tratti di sponda, a causa della normale opera erosiva dell'acqua e dell'insidiosa presenza, rimasta ad oggi irrisolta, delle nutrie. "Il lavoro in questione è stato eseguito con uomini e mezzi del Consorzio - spiega il presidente del Consorzio di bonifica Alta Pianura Veneta, Silvio Parise - e rientra nelle attività di manutenzione ordinaria che l'ente attua nel territorio di competenza, formato da ben 98 Comuni tra Padova, Verona e Vicenza. L'attenzione è sempre alta, quindi, e la collaborazione stretta con le amministrazioni comunali fondamentale per la salvaguardia e la sicurezza del territorio".

Continua a leggere

Veneto da gustare: da Villaga all’eremo di San Donato, splendida escursione tra natura e segni del passato

ArticleImage Prati aridi, resti di trinceramenti, boschetti e rientranze nella roccia: notevoli sono i punti d'interesse che si trovano lungo questo percorso e forse in una sola occasione non si riesce ad ammirarli tutti.
Senz'altro la natura non stanca mai e quando con la sua bellezza fa da sfondo ad un piacevole anello (8,2 km) che nell'arco di 3/4 ore svela le vestigia di un antico eremo nella roccia, ci offre anche un'esperienza ricca di emozioni (in copertina la Chiesa di S. Donato).  La camminata ha inizio dalla piazzetta di Chiesa San Michele Arcangelo, tra il campanile e la fontana della bella cittadina di Villaga, situata nel versante sud est dei Monti Berici. Si passa davanti alla villa commenda San Silvestro, che si narra fosse stata sede dei Templari nel 1270, e attraversatone il parco si sale fino alla cosiddetta Strada delle Mandolare (appunto costellata di mandorli); seguendo i segnavia rosso-bianchi del sentiero 72, ci si trova poi immersi tra gli ulivi.

Continua a leggere

Valdagno, ospedale San Lorenzo: "la salute dei cittadini prima di qualsiasi ragionamento politico"

ArticleImage I lavori per la costruzione del nuovo ospedale di Arzignano-Montecchio hanno creato posizioni diverse tra i Sindaci dei vari territori. Il Comune di Cornedo, che ricopre il ruolo di Presidenza della Conferenza dei Sindaci, ha cercato di coniugare gli interessi di tutti, ottenendo la fiducia dei colleghi e scongiurando lo spostamento del punto nascite di Valdagno. L'enigma sul futuro dell'organizzazione ospedaliera nell'ambito del territorio dell'Ovest vicentino, che comprende 22 Comuni da Recoaro Terme a Lonigo, è stato svelato dalla Regione Veneto. La Regione ha infatti disposto che il punto nascite di Valdagno non dovrà più spostarsi ad Arzignano, mentre il reparto di ortopedia di Montecchio rimarrà dov'è. 

Continua a leggere

Pfas, Miteni: "Grave creare allarme con ricerche definite parziali e incomplete"

ArticleImage Leggiamo sulla stampa conclusioni errate e infondate a cui sarebbe giunto lo studio presentato ieri dal dott. Enzo Merler, affermazioni che stanno provocando grande preoccupazione tra i lavoratori di Miteni.Già da una prima analisi del documento appare del tutto evidente che i dati non esprimono quanto riportato. A parlare, in una nota, è l'ufficio stampa Miteni. I risultati indicati si collocano in una variabile che comprende la parità tra dato atteso e dato riscontrato e non è pertanto giustificata alcuna conclusione circa una più elevata mortalità e tantomeno l'identificazione di patologie correlate all' esposizione da Pfas, sulla base di quanto descritto.

Continua a leggere

Schio, dieci giorni di eventi e aperture straordinarie alla mostra Oltre l’Uomo

ArticleImage Durante il periodo di Carnevale la mostra interattiva Oltre l'Uomo: da Leonardo alle Biotecnolgie di Schio propone un ricco programma di eventi per tutte le età. Dal 25 febbraio al 1 marzo, sabato 4 e domenica 5 marzo la mostra è sempre aperta con orario continuato dalle 10.00 alle 19.30. In queste giornate è possibile prenotare una visita guidata ( 11.00, 15.30 e 17.30) per vivere un'esperienza plurisensoriale tra collezioni storiche, reperti industriali, organi artificiali e umani ed exhibit da toccare con mano per scoprire l'ingegno umano nel passato, nel presente e nel futuro. I visitatori accompagnati da una guida esperta faranno un viaggio nella storia della tecnologia dagli studi di anatomia e le invenzioni di Leonardo da Vinci, alle prime automazioni, ai robot che replicano le sembianze umane, fino alla ricerca nel campo biomedicale e alla stampa 3D.

Continua a leggere

Valdagno, completata Piazza Dante nord

ArticleImage Piazza Dante nord è stata completata e riaperta al traffico. Si conclude così il grande cantiere che, stralcio dopo stralcio, dal 2006 ha portato alla complessiva riqualificazione del centro storico valdagnese.
L'intervento di Piazza Dante nord, ultimo in ordine cronologico ad essere realizzato, ha visto un investimento complessivo di 490mila euro, finanziati per 392mila euro nell'ambito del Fondo Sviluppo e Coesione ed erogati dalla Regione Veneto. L'importante contributo è stato reso possibile grazie all'azione dell'Intesa Programmatica d'Area dell'Alto Vicentino.

Continua a leggere

Cornedo, moschea sequestrata dal Comune

ArticleImage Il Tar del Veneto "consegna" la moschea irregolare al Comune di Cornedo. Il tribunale amministrativo regionale ha dichiarato "parzialmente infondato e inammissibile" il ricorso dell'associazione islamica El Nour, di Cornedo. "La sentenza è chiarissima, stabilisce che non c'è stato alcun intento discriminatorio verso l'Islam e i musulmani - dichiara il sindaco Martino Montagna - c'è un problema urbanistico, quella struttura è artigianale e non può essere adibita a sede di cerimonie religiose con centinaia di partecipanti".

Continua a leggere

Pfas, Zanoni: "La Regione chiuda subito lo stabilimento Miteni"

ArticleImage "La Regione deve far chiudere la Miteni, bonificare il sito contaminato e promuovere una causa civile per il risarcimento dei danni subiti da comuni, consorzi acquedottistici, allevatori, agricoltori, cittadini". Questa la richiesta formulata in una nota dal Consigliere regionale Andrea Zanoni (Partito Democratico) nell'ambito della discussione relativa alla mortalità retrospettiva causata da esposizione a Pfas. "Lo studio condotto da Enzo Merler e Paolo Girardi, epidemiologi dell'università di Padova e di Verona, illustrato a Venezia il 22 e 23 febbraio scorsi durante il workshop internazionale organizzato dalla Regione Veneto sui risvolti della contaminazione che ha avvelenato suolo e acque di 23 comuni, in una superficie di circa 150 kmq popolata da 120 mila persone a cavallo delle province di Vicenza, Padova e Verona - spiega il Consigliere - ha dimostrato che tra il personale di Miteni la mortalità retrospettiva degli addetti direttamente esposti alle sostanze perfluoralchiliche (i Pfas) risulta superiore alla media con un'incidenza anomala di tumori al fegato, alla vescica, al rene e con picchi di cirrosi, diabete ed ipertensione. Lo studio ha anche messo in evidenza come dal 2004 al 2012 le concentrazioni di Pfoa nel sangue dei lavoratori, si siano attestate tra i 5 e i 10 mila nanogrammi per grammo".

Continua a leggere
<| |>

Gli altri siti del nostro network
Commenti degli utenti
Meteo regionale
Meteo Veneto