Caricamento...

Le ultime da Bruxelles su BPVi e Veneto Banca. "Fabrizio Viola, lei è ottimista o no?": la seconda...

Fabrizio Viola e Cristiano Carrus hanno varcato stamattina tardi la porta della Commissaria Europea alla Concorrenza, cioè la responsabile dell'Antitrust Margrethe Vestager, proprio mentre avveniva qualcosa, il primo downgrandig, da Aa3 a A1 della Cina neo capitalista, di più epocale, ci perdonino i nostri lettori locali, della possibile "risoluzione" della Banca Popolare di Vicenza e/o (anche a vocali invertite) di Veneto Banca di cui i due Ad sono venuti a Bruxelles a perorare la causa "implorando" l'applicabilità dell'intervento di Stato sotto forma di "ricapitalizzazione pracauzionale" per degli spiccioli come 6.4 miliardi di euro almeno di cui, però, l'Europa vuole che almeno un miliardo fresco, conversione di bond subordinati per 740 milioni e anticipo di Atlante per 900 milioni a parte, arrivi da ormai sorde casse private.

Continua a leggere

Al "cornedese" Raul Randon la laurea ad honorem in Ingegneria Gestionale dell'Università di Padova

ArticleImage Università degli Studi di Padova. Raul Randon è brasiliano, ma è anche italiano, vicentino. Da molti anni, infatti, ha la doppia cittadinanza iure sanguinis in virtù del fatto che suo nonno Cristoforo emigrò in Brasile nel 1888 da Muzzolon di Cornedo Vicentino. Classe 1929, Raul Anselmo Randon di cose, nella vita, ne ha fatte tante, a partire da quell'officina meccanica messa in piedi dal nulla assieme al fratello Hercílio nel lontano 1949. Le Empresas Randon oggi sono un gruppo di 10 aziende con quartier generale a Caxias do Sul (Rio Grande do Sul-Brasile), ai primissimi posti al mondo nella produzione di rimorchi per camion, vagoni ferroviari, mezzi pesanti fuoristrada, sospensioni e sistemi frenanti.

Continua a leggere

Province al collasso: Cgil, Cisl e Uil presidiano Palazzo Nievo

"Il Governo non mette i soldi e in questo modo non si garantiscono i servizi". È questo il motivo che ha spinto Cgil, Cisl, Uil a manifestare, questa mattina, a Palazzo Nievo sede della Provincia di Vicenza. Con la riforma attuata dall'ex premier Matteo Renzi il Governo ha tagliato le risorse alle Province facendo venir meno i fondi utili a garantire i servizi come manutenzione delle scuole e delle strade, tanto per citarne alcuni. I sindacati lamentano il fatto che i dipendenti della Provincia si Vicenza sono stati dimezzati. "Collaboriamo col presidente Achille Variati - dice Ruggero Bellotto di Cisl - lui vuole la nostra stessa cosa. Non ci sono soldi per le scuole ed è grave, anche gli stipendi sono a rischio e questo succede in tutta Italia. Chiediamo al premier Gentiloni di riparare gli errori di renzi. Le Province sono necessarie per i cittadini e il territorio. Il governo è miope, vogliamo un'inversione di rotta".

Continua a leggere

Asiago, due chef stellati al concorso “I sapori di Mario Rigoni Stern” dal 29 al 31 maggio

ArticleImage Gli studenti di otto Istituti superiori alberghieri italiani si sfideranno il prossimo 30 maggio a colpi di sapori, profumi e colori nei locali dell'Istituto d'Istruzione Superiore "Mario Rigoni Stern" di Asiago. Formaggi Pennar, patate di Rotzo Zecchinati, funghi Scapin, frutti di bosco de La Rossa di Asiago, mele e pere di Lusiana, miele Guoli, Marmellate Rigoni, selvaggina dell'Altopiano, carne salada e sopressa di Ronzani; questi gli ingredienti base che gli studenti utilizzeranno per ricreare ricette studiate per mesi. D'altro canto, i vini che accompagneranno i piatti sono stati scelti dagli studenti tra prodotti tipici dei loro territori. I gusti tipicamente altopianesi si mescoleranno dunque a quelli portati dagli studenti di Roma, Chianciano Terme, Varese, Castelfranco Veneto, Rieti, Sapri e Giarre. Lo stesso accadrà tra gli studenti: i ragazzi partecipanti saranno accolti dai loro coetanei altopianesi del settore turistico, alberghiero, ma anche da quelli che stanno seguendo percorsi di alternanza scuola-lavoro dedicati alle guide nei nostri territori. Un dialogo nello spirito di Mario Rigoni Stern, fiero abitante dell'Altopiano che faceva dell'Italia e del mondo intero la sua casa.

Continua a leggere

Breganze, al via il Festival del Vino: dal 25 al 28 maggio esposizioni, laboratori, stand e degustazioni in piazza

ArticleImage Arriva il clou del maggio breganzese con la 66esima edizione: laboratori, esposizioni e stand enogastronomici con il "toresàn" come filo conduttore. Breganze si appresta a vivere un weekend all'insegna del buon bere e del buon mangiare, con la 66 edizione del Festival del Vino che animerà il centro nei prossimi giorni. Si comincia Giovedì 25 maggio alle ore 20:30 nella Sala ex Comunità Montana in piazza Mazzini con l'uscita del secondo volume sulla storia del Toresàn di Breganze, a cura di Nerio Brian "Di spiedi, ricette, cacciatori, chef e ...", storia e storie per raccontare un territorio e le sue eccellenze, con Nerio Brian Contastorie, Giacomo Polga Voce recitante, Andrea Bazzoni al Mandolino, Maria Cleofe Miotti alla Mandola, Ilaria Settimo Chitarra. Ingresso gratuito.

Da sabato 26 a domenica 28 maggio in piazza Mazzini, torna poi il classico appuntamento con l'enogastronomia locale che quest'anno si rinnova con un programma ricco di iniziative inedite, grazie alla collaborazione dell'Associazione Strada del Torcolato e dei Vini di Breganze, del Consorzio Tutela Vini DOC Breganze, dell'Associazione Alpini Breganze, della Protezione Civile Breganze, dell'Accademia del Toresàn, del Gruppo Festeggiamenti Maragnole, dell'Ass.ne Gruppo Ricerca Storica Breganze, del Circolo ARCI La Ciacola, dell'I.I.S. Scotton di Breganze, delle Botteghe di Breganze, del Progetto Giovani Breganze, del Gruppo Giovani Maragnole, del Gruppo Scout, dell'ACR Breganze.

Continua a leggere

Thiene, l'Istituto Chilesotti fa conoscere l’Inferno di Dante attraverso il transmedia storytelling

ArticleImage Nell'ambito dell' Alternanza scuola-lavoro 2016-2017, l'I.T.T. Chilesotti ha sviluppato un progetto di transmedia storytelling prendendo spunto dallo studio dell'Inferno della Divina Commedia di Dante.
Henry Jenkins definisce il transmedia storytelling come "un processo in cui elementi integrali di una storia si diramano sistematicamente attraverso molteplici canali con l'obiettivo di creare un'esperienza di intrattenimento omogenea e coordinata". Gli studenti della classe 3^ F, con il supporto di esperti esterni e dei docenti di Informatica e Lettere, hanno elaborato un progetto transmediale basato su un ipotetico viaggio di Virgilio nel 2017. Il grande poeta latino si imbatte in diverse figure e riconosce che nella società attuale permangono delle tipologie di peccatori che incontra nel viaggio con Dante, come gli ignavi, i golosi, gli iracondi, i traditori ecc. Per esempio coloro che diventano dipendenti da qualcosa come il gioco, la droga o le nuove tecnologie, ricordano a Virgilio i golosi, che nell'Inferno di Dante sono i condannati che si trovano nel sesto canto.
Gli studenti hanno contribuito allo sviluppo della storia e alla comprensione del mondo narrato creando un fumetto, un videoblog, un gioco e un album fotografico, utilizzando vari software, e documentando il loro lavoro tramite social network come Facebook, Snapchat e Instagram.
L'uso della narrazione transmediale, come strumento educativo, ha permesso agli studenti di partecipare attivamente alla realizzazione del progetto e nello stesso tempo di sviluppare una pluralità di punti di vista. Ciò ha consentito ai docenti di condurre gli studenti a pensare in modo critico.
Questa straordinaria esperienza si concluderà Venerdì 26 Maggio alle 15.30 presso l'Aula Magna dell' I.T.T. Chilesotti. Il lavoro verrà presentato alla docente dell'Università di Verona prof.ssa Cavallo, esperta di transmedia storytelling, la quale, all'inizio dell'esperienza, ha avuto un incontro con la classe per introdurre gli studenti a questo nuovo approccio alla narrazione di storie. L'incontro sarà aperto anche i genitori degli studenti e a quanti fossero interessati a questo argomento.

Continua a leggere

Arzignano, la Guardia di Finanza ha arrestato due persone per estorsione nei confronti di un commercialista

Nella mattinata di ieri, si sono tenuti gli interrogatori di garanzia delle due persone arrestate venerdì scorso dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Arzignano - C.E. di anni 49 e Z.G.I di anni 37, entrambi residenti in città, di cui uno operante nel settore del commercio delle pelli - per un'estorsione perpetrata nei confronti di un commercialista locale, S.M. di anni 63.
L'attività di servizio ha avuto origine da una querela presentata da quest'ultimo, a seguito di cui sono state condotte una serie di attività di riscontro dei fatti rappresentati, ovvero: sia la concretezza dell'intimidazione da parte dei due estorsori di rivelare alcune irregolarità commesse dallo stesso professionista, tra le quali la produzione di fatture false per l'ottenimento di sconti bancari; sia la minaccia di dare corso ad una precedente querela nei suoi confronti, utilizzata, anche quest'ultima, strumentalmente, per l'ottenimento dell'illecita pretesa.

Continua a leggere

Valdagno, appuntamento mercoledì 24 maggio al Teatro Super di Valdagno con Leonardo Tiberi

ArticleImage Serata evento mercoledì 24 maggio al Teatro Super di Valdagno (in provincia di Vicenza) per "Noi eravamo" - il nuovo film di Leonardo Tiberi che incontrerà il pubblico presente in sala alle h. 21.15.
Leonardo Tiberi, dopo il piccolo grande caso di pubblico del suo precedente film Fango e Gloria, torna a raccontare storie luoghi e volti della Prima Guerra mondiale, a cento anni dai fatti che cambiarono gli equilibri del mondo, con un intreccio sperimentale e avvincente di immagini dell'archivio dell'Istituto Luce - eccezionalmente colorizzate - e fiction. Questa volta il racconto punta l'obiettivo sui caratteri e le vicende dei volontari, uomini e donne e che portarono un profondo contributo nel conflitto, e nella storia di quella che sarà la futura nazione.  Con una ricerca raffinata sull'attualizzazione delle immagini del Luce, a ricreare una guerra davvero come non si è mai vista, capace di amalgamarsi spettacolarmente con la trama di finzione. Ho lavorato per anni con i repertori e l'idea di poterli utilizzare in modo non tradizionale mi ha sempre affascinato - dice Leonardo Tiberi. Ovvero utilizzare i repertori non come puro documento ma come parte sostanziale della narrazione cinematografica facendoli interagire con l'azione del girato. Con questo film - spiega il regista - prosegue la mia esperienza cominciata con "Fango e Gloria" perché la gente non dimentichi e perché i giovani conoscano la storia. Il progetto - dice - nasce in occasione delle commemorazione per il Centenario della Prima Guerra Mondiale".

Continua a leggere

Giulio Massignan: "a Vicenza e provincia il rischio sismico è più elevato di Modena e Mirandola come vulnerabilità delle strutture"

ArticleImage

Numerosi Comuni della provincia stanno organizzando degli incontri sul rischio sismico nella nostra zona e su come funziona il sisma bonus. Secondo l'ingegner Giulio Massignan, relatore delle conferenze, che ha risposto ad alcune nostre domande, i terremoti nel vicentino sarebbero più pericolosi del 5% rispetto a quelli di Modena e Mirandola per quanto riguarda la vulnerabilità delle strutture.

Quanto è a rischio sismico la zona di Vicenza e provincia?

"Il rischio sismico è composto da tre elementi: la pericolosità sismica, la vulnerabilità della struttura e l'esposizione in vite umane e in denaro. La pericolosità sismica del territorio vicentino, è simile, se non leggermente superiore a quella di Modena e Mirandola dove è avvenuto il terremoto del 2012. In prima approssimazione la maggior parte del territorio vicentino è classificato in zona 3, ossia di moderata pericolosità sismica. La vulnerabilità della struttura è la probabilità che la struttura si danneggi o collassi. La maggior parte delle nostre abitazioni sono state costruite negli anni 1960 e 1970 e per il codice normativo del tempo, Vicenza non era neppure considerata in zona sismica, pertanto quelle abitazioni non presentano alcun dettame antisismico. L'esposizione in vite e denaro è il capitale umano, economico e socio culturale a rischio in caso di terremoto. Ad esempio il danneggiamento di un macchinario importante all'interno di un ospedale può provocare un danno economico superiore al valore dello stesso stabile. Pertanto, considerato tutto questo, il rischio sismico di Vicenza è abbastanza elevato".

Continua a leggere

Finisterre chiude anche la sua terza edizione con Antonella Questa

ArticleImage

Sarà un gradito ritorno a Valdagno quello del prossimo 27 maggio per Antonella Questa. L'attrice, già ospite in città con le sue proposte, salirà sul palco allestito per l'occasione presso la Selleria Equipe di Valdagno, portando in scena la prima regionale del suo spettacolo Un sacchetto d'amore.
Il suo sarà l'ultimo degli spettacoli in cartellone per la rassegna Finisterre 2016-2017, che ha proposto nel complesso 8 appuntamenti ai quali si sono aggiunti anche 3 diversi laboratori, un approfondimento e le incursioni artistiche del progetto Arkar con la performer valdagnese, Valentina Dal Mas.

Continua a leggere

Montebello Vicentino, debutta il diserbo ecologico

ArticleImage Debutta il diserbo ecologico, grazie alla tecnica a vapore acqueo. Massima attenzione all'ambiente e alla salute dei cittadini, grazie ai nuovi trattamenti di diserbo adottati dal Comune di Montebello Vicentino. Si tratta della tecnica a vapore acqueo, che crea uno shock termico capace di distruggere le piante infestanti. Stop quindi al trattamento chimico nelle aree sensibili come parchi, scuole, piazze e strade frequentate da pedoni. Il trattamento, affidato alla ditta Biocontrol srl con sedi a Costabissara e Arcugnano, è già stato applicato nelle aree verdi di Piazzale Cenzi e sarà presto utilizzato in altre zone del paese che saranno di volta in volta individuate dal Comune.

Continua a leggere
<| |>

Gli altri siti del nostro network
Commenti degli utenti

Venerdi 19 Maggio alle 10:05 da zenocarino
In Variati: “I tagli alle Province sono tagli ai servizi. Facciamo appello alla responsabilità del Parlamento”

Domenica 14 Maggio alle 07:29 da kairos
In Dopo BPVi e Fiera alla morte di Vicenza mancano solo la retrocessione del Vicenza e la cessione di Aim

Venerdi 28 Aprile alle 10:28 da kairos
In L'Italia dal 77° al 52° posto per libertà di stampa: Bulgarini festeggia smentendo Variati

Venerdi 28 Aprile alle 10:27 da kairos
In L'Italia dal 77° al 52° posto per libertà di stampa: Bulgarini festeggia smentendo Variati
Meteo regionale
Meteo Veneto