Quotidiano | Categorie: Fatti

Grande attesa per la mostra "La Strada delle Gallerie ha 100 anni"

Di Redazione VicenzaPiù Lunedi 20 Marzo alle 17:00 | 0 commenti

ArticleImage

C'è grande attesa per la mostra "La Strada delle Gallerie ha 100 anni" e venerdì scorso si è svolta presso Palazzo Fogazzaro a Schio la conferenza stampa di presentazione promossa da CAI Sezione di Schio, Comune di Schio e Unione Montana Pasubio-Alto Vicentino. La mostra, che sarà inaugurata il 25 marzo 2017 a Palazzo Fogazzaro a Schio e resterà aperta al pubblico dal 26 marzo al 24 settembre, ripercorre attraverso fotografie, oggetti e documenti dell'epoca la storia della strada costruita nel 1917, fra febbraio e dicembre, per servire il fronte del Pasubio.

"Abbiamo inaugurato una stagione di mostre di qualità e questa occasione è veramente un fiore
all'occhiello
- ha dichiarato l'assessore alla Cultura del Comune di Schio Roberto Polga - un motivo di orgoglio per la cittadinanza, un segnale di identità e appartenenza che, ne siamo certi, richiamerà a Schio visitatori affascinati sia dalla bellezza dell'opera, cui la mostra vuol rendere omaggio, sia dal sentimento comune a molti, legato direttamente o indirettamente alle vicende che le 52 gallerie continuano a raccontare". La mostra è divisa in tre sezioni: ognuna ha un suo senso compiuto oltre che un suo specifico allestimento. La costruzione della strada è naturalmente il tema della prima sezione; la seconda e la terza sezione raccontano il dopo, a partire da quando, appena finita la guerra, la strada cominciò a essere percorsa da chi saliva in visita al Pasubio e iniziò a diffondersi e ad affermarsi il suo mito.
"La strada è divenuta nel tempo una strada speciale - ha spiegato Claudio Rigon, curatore
della mostra - 'un cammino', con migliaia e migliaia di escursionisti che vengono ogni anno a
percorrerla, e da ogni parte d'Europa. Non è mai stata, forse nemmeno durante la guerra, solo una
via di accesso, un itinerario per arrivare a un luogo. È sempre stata un luogo essa stessa, una di
quelle strade che sono insieme percorso e meta. Un'esperienza, che racchiude in sé il suo
significato
". La Sezione di Schio del CAI, sin dagli anni venti e fino ai nostri giorni, ha curato assiduamente la manutenzione della Strada delle Gallerie. "A cento anni dalla sua costruzione - ha dichiarato il presidente del CAI Sezione di Schio Umberto Dalla Costa - il CAI ha voluto celebrare questa ricorrenza e ha trovato nell'amico e socio, il professore Claudio Rigon, la piena disponibilità a
curare l'allestimento di una mostra di fotografie e documenti talvolta inediti, raccontata con
estremo rigore e con vera passione
".
Sono intervenuti anche il "past president" del CAI Nazionale Umberto Martini e il presidente dell'Unione Montana Pasubio Alto Vicentino, Armando Cunegato che si è dichiarato favorevole alla gestione sovracomunale di iniziative come questa in un'ottica di rivalutazione e valorizzazione di tutto il territorio. Il sindaco di Schio Valter Orsi, ha espresso così la sua soddisfazione: "Il centenario delle
Gallerie del Pasubio arriva in un momento in cui la consapevolezza del valore storico e culturale
del nostro territorio si sta allargando a una fascia sempre più ampia di popolazione, non solo
locale, ma che risiede ben oltre i confini più prossimi. La misura che abbiamo voluto dare a questa
mostra ne è l'espressione e il proposito: siamo convinti di avere un grande patrimonio che non va
solo goduto ma soprattutto condiviso
". Durante la conferenza stampa è giunta notizia di un'onorificenza: una medaglia destinata alla mostra, dal Capo dello Stato, quale suo premio di rappresentanza.

Commenti

Ancora nessun commento.
Aggiungi commento

Accedi per inserire un commento

Se sei registrato effettua l'accesso prima di scrivere il tuo commento. Se non sei ancora registrato puoi farlo subito qui, è gratis.

Commenti degli utenti

Venerdi 19 Maggio alle 10:05 da zenocarino
In Variati: “I tagli alle Province sono tagli ai servizi. Facciamo appello alla responsabilità del Parlamento”

Domenica 14 Maggio alle 07:29 da kairos
In Dopo BPVi e Fiera alla morte di Vicenza mancano solo la retrocessione del Vicenza e la cessione di Aim

Venerdi 28 Aprile alle 10:28 da kairos
In L'Italia dal 77° al 52° posto per libertà di stampa: Bulgarini festeggia smentendo Variati

Venerdi 28 Aprile alle 10:27 da kairos
In L'Italia dal 77° al 52° posto per libertà di stampa: Bulgarini festeggia smentendo Variati
Gli altri siti del nostro network